Posts in: settembre, 2012

Come ti elimino gli sprechi… sprecando

(foto di Marco Camisani Calzolari)

Questa immagine, a prima vista, è innocua. Alcune persone smistano della corrispondenza, categorizzandola.
Si tratta in realtà di un enorme controsenso. La foto ritrae parte della task force (a vederla così però sembra più una riunione di condominio) composta da dieci funzionari ministeriali creata per combattere gli sprechi grazie alle segnalazioni dei cittadini, effettuate attraverso questo modulo disponibile sul sito del governo.

Nel servizio della rivista “OGGI” da cui è tratta la foto si legge che ogni messaggio inviato viene letto (menomale), stampato (perché?), categorizzato (a che serve?) e archiviato in appositi faldoni (eeeeh???).  Un’attività che comporta un’inutile spreco del tempo di ben remunerati funzionari ministeriali, oltre alla


Vi prego, datemi un valido motivo

E’ una bella e fresca mattina di Settembre quella in cui mi alzo alcune decine di minuti prima del solito. Il motivo è il ritiro dei risultati di alcune analisi di Giulio: una delle tante analisi a cui spesso si sottopongono i bambini di un anno circa come lui.
La mèta è la ASL di San Giovanni Valdarno: alle 8 in punto io e Francesca siamo in zona, alla ricerca di un parcheggio, che fortunatamente nel giro di alcune centinaia di metri riesco a trovare. Ci incamminiamo verso gli uffici ASL. Appena arrivati ritiriamo il nostro numerino e attendiamo con pazienza il nostro turno. Dopo pochi minuti tocca a noi: un’operatrice prende in mano il foglio con il dettaglio delle analisi richieste, si volta lateralmente cercando fra una serie di


L’economia del fare. Proposte per il Valdarno

Negli ultimi anni si è diffusa l’idea che il sistema economico occidentale si sarebbe evoluto verso una pressoché sua completa smaterializzazione, limitandosi alla produzione di soli servizi, mentre i beni risultato dei processi industriali sarebbero stati importati dai paesi a basso costo di manodopera. Il termine “postindustriale”, spesso usato per aggettivare l’epoca che stiamo vivendo, è l’estrema sintesi di questo concetto.

Questa visione oggi è sempre più criticata e anche le società di consulenza strategica più importanti, come la Boston Consulting Group, prevedono che nelle aree dei trasporti e dei computer, come nell’industria metallurgica e meccanica, entro il 2020, gli Stati Uniti costruiranno in casa dal 10 al 30% di ciò che ora importano dalla Cina.

La ragione principale di questa “restaurazione” consiste nella crescita di quelle economie, come la